array(1) { [0]=> object(Apache_Solr_Document)#24 (3) { ["_documentBoost":protected]=> bool(false) ["_fields":protected]=> array(6) { ["content_id"]=> array(1) { [0]=> string(14) "DIRECTORY_4446" } ["content_title"]=> array(1) { [0]=> string(16) "ROSANNA MAGLIANO" } ["description"]=> array(1) { [0]=> string(35003) "

CURRICULUM

ROSANNA MAGLIANO                                       

Nata a Roma il 17 maggio 1976. Si è laureata nell’anno accademico 2001/2002 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, discutendo con la prof. Cirenei  una tesi di laurea in Diritto commerciale comunitario dal titolo “ L’evoluzione della nozione di impresa tra ordinamento interno e comunitario”, conseguendo il punteggio di 110/110 e lode.

 

Dopo la laurea, oltre all’attività di praticantato ai fini dell’abilitazione per la professione legale, si è dedicata  all’attività di studio e di ricerca.

 

            Dal marzo al giugno 2003 ha seguito presso l’ International Training Centre of  the ILO di Torino un Master post-laurea in materia di “INTERNATIONAL TRADE LAW ”, organizzato dall’Istituto Universitario di Studi Europei e dal Centro Internazionale di Formazione dell’ Organizzazione Internazionale del lavoro, svolto con il patrocinio dell’Università degli Studi di Torino, dell’Università di Friburgo, dell’Uncitral e dell’Unidroit.

 

Nel mese di luglio 2003 è risultata vincitrice di un assegno di ricerca semestrale della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, assegnato nell’ambito del programma di ricerca “ Diritto comunitario ed evoluzione del diritto delle società” .

 

Nel mese di novembre 2003 è risultata vincitrice di una delle borse di studio del corso di dottorato di ricerca (XIX ciclo) in Diritto commerciale presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”,  concluso con successo con la discussione di una tesi dal titolo “ Opa, efficienza del mercato e concorrenza tra ordinamenti giuridici ”.

 

 

Dal 2.10.2006 è Ricercatore di Diritto Commerciale presso il Dipartimento di Giurisprudenza ( in seguito divenuto Dipartimento di Diritto Privato) dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” dopo essere risultata vincitrice del concorso a n.1 posto di ricercatore bandito con Decreto Rettorale del 15/09/2005 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 77 del 27/09/2005.

 

Il 23 .11.2006 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense.

 

 

Dal 2012 al 2016 è stata membro del consiglio di amministrazione, nominato ex art 2449 c.c., della Società Reveal srl, società spin-off dell’Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”.

 

 

 

E’ stata nominata membro della XIII Sottocommissione presso la Corte d’Appello di Roma per l’Esame di Stato per l’esercizio della professione forense 2016.

 

E’ membro del comitato di redazione della rivista “ Diritto del Commercio Internazionale”, edita dalla casa editrice Giuffrè, Milano.

 

 

 

 

 

ATTIVITA’ DI RICERCA  

 

Nella sua attività di ricerca  ha approfondito le tematiche dell’impresa e degli statuti dell’imprenditore analizzate nella prospettiva dell’ ordinamento domestico e dell’ordinamento comunitario. Sempre in tale prospettiva ha analizzato specifiche problematiche di diritto societario e di diritto della  concorrenza, approfondendo particolarmente le tematiche connesse alla circolazione dei segni distintivi.

 

Ha partecipato al PRIN 2004 avente ad oggetto il progetto di ricerca : Obbligazioni e titoli di debito. Coordinatore locale Prof. Pietro Masi, coordinatore nazionale Prof. Giuseppe Santoni

 

Ha partecipato (2004) alla redazione del Codice Commentato delle nuove società, a cura di G. Bonfante, D. Corapi, G. Marziale, R. Rordorf, V. Salafia, edito dalla  Ipsoa, occupandosi in particolare del commento agli artt. 2449-2450 c.c. Successivamente ( 2007 e 2011) ha commentato nell’ambito delle successive edizioni della medesima opera la nuova versione dell’art. 2449 c.c.

 

Nel quadro dell’approfondimento delle tematiche relative al rapporto tra statuto dell’impresa pubblica e diritto della concorrenza, ha pubblicato un articolo dal titolo : “ Servizi di interesse economico generale, aiuti di Stato e compensazione di oneri di servizio pubblico: giurisprudenza Altmark e iniziative normative della Commissione CE ”, nella Rivista edita da Giuffré  “ Diritto del Commercio Internazionale” ( fasc.3, 2004, p.790 ).

 

Nel 2005  ha pubblicato per Il Foro Italiano una nota a sentenza del Tribunale di Terni del 15 novembre 2004 sull’invalidità delle delibere consiliari nelle società a responsabilità limitata                   ( Fasc.5, 2005, c.1626).

 

Nel quadro dell’ approfondimento delle tematiche  inerenti le offerte pubbliche d’acquisto ha   licenziato un articolo nella Rivista  “Diritto del commercio internazionale”, (fasc.2, 2005) dal titolo “ I nodi irrisolti della tredicesima direttiva societaria: dall’armonizzazione alla concorrenza tra sistemi normativi” ( fasc. 2, 2005,p. 283).

 

Nel 2006 ha pubblicato per il Foro Italiano una nota a sentenza a Cass.18 marzo 2005, n.5980 in tema di iscrizione all’albo delle imprese artigiane ( fasc.9, 2006, c .2455)

 

Nel  2008 sempre per il Foro Italiano ha pubblicato una nota a Cass. 16 febbraio 2007, n. 3694 in tema di scioglimento di società cooperativa e di divieto di nuove operazioni ( fasc. 4, 2008)

 

Nel 2008 ha pubblicato “Disciplina dell’opa obbligatoria e tutela degli investitori : lex perfecta o perfettibile? Spunti per una riflessione” in Riv. Dir. Comm. Int., 2008, p.587

 

 

Nel 2009 l’attività scientifica si è incentrata principalmente su due linee di ricerca: l’impatto del diritto europeo sul diritto delle imprese e della concorrenza e l’analisi delle problematiche connesse alla finanziarizzazione del diritto societario.

 

 

In questo secondo filone si inquadra lo studio delle offerte pubbliche d’acquisto in relazione al quale sono stati licenziati due articoli:

 “ La regola di neutralizzazione e le deviazioni dal principio di proporzionalità tra rischio e potere: ancora dubbi sulla compatibilità comunitaria della legislazione italiana sui poteri speciali” , in Diritto del Commercio Internazionale, 1,2010, pp. 61-88 ;

 

 “ Le alterne vicende della disciplina italiana della passivity rule” pubblicato nella Rivista del Diritto Commerciale e del Diritto generale delle obbligazioni ,3,2010, pp.1001-1034. 

 

Nel 2012, approfondendo le problematiche emerse in seguito alla crisi economica mondiale ha pubblicato “ Neocolbertismo domestico e misure difensive antiscalata” in Riv. Dir. Comm. Int., 3, 2012, pp. 651-667.

 

Nel 2014  ha pubblicato un lavoro dal titolo “ Il labile confine tra tutela degli interessi nazionali e sviamento protezionistico” , in Riv. Dir. Comm. Int., 2, 2014,pp. 319-338.

 

Nel 2015 ha pubblicato un articolo dal titolo “Riflessioni sparse in materia di revoca di amministratore nominato ai sensi dell’art.2449 c.c.: un nuovo destino per le società in house?”, in Riv. Dir. Comm. Int.,I, 2015, pp.225-237.

 

Nel 2016 ha pubblicato nella banca dati Marchiebrevettiweb : a)  Contrassegno politico e marchio d’impresa tra tutela del nome e rischio di confondibilità.

b)Spunti di riflessione sul caso Nivea -Neve: la confondibilità concettuale tra marchi e ruolo del consumatore informato

 

Nel 2017 ha pubblicato un articolo dal titolo: La qualificazione dell’avviamento commerciale tra giurisprudenza nazionale e Corte europea dei Diritti dell’Uomo, Roma, p. 1-13

 

Per la stessa casa editrice ha pubblicato Le nuove proposte europee per la difesa degli interessi strategici nazionali, 2017, p.1-13

 

 

 

 

 

 

 

 

COLLABORAZIONI DIDATTICHE

 

 

 

 

Dall’ A.A. 2002/2003  fino all’ A.A 2005-2006 ha collaborato, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma  “ Tor Vergata”, all’attività didattica e di ricerca della Cattedra di Diritto commerciale comunitario .

 

Dall’A.A. 2004-2005 collabora all’attività didattica e di ricerca della Cattedra di Diritto Commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’ Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”, svolgendo regolarmente attività seminariale integrativa, partecipando anche alla commissione di esame e seguendo in stretta collaborazione con il Docente lo svolgimento delle tesi di laurea.

 

Nell’ambito dell’ attività istituzionale del corso di Diritto Commerciale ha tenuto, e tiene, una serie di seminari integrativi in particolare su “ Procedure di risanamento e disciplina degli aiuti di Stato” ;         “ Offerte pubbliche d’acquisto” ,“ Antitrust e condotte anticompetitive” .

 

Nell’ a.a. 2006-2007 ,2008- 2009, 2014-2015 ha partecipato alla Commissione d’esame e di Laurea presso la Scuola per Allievi Ufficiali Carabinieri in stretta collaborazione con il Prof. Pietro Masi.

 

Partecipa alla Commissione di Laurea presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’ Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”.

 

A.A. 2008- 2009 è membro del collegio dei docenti del Dottorato in Diritto Commerciale  e del Lavoro- coordinato dal Prof. Giorgio Marasà, dell’Università degli studi di Roma “ Tor Vergata”.

 

A.A. 2013-2014 è membro del collegio dei docenti del Dottorato in Diritto e Tutela: esperienza contemporanea, comparazione, sistema giuridico romanistico - coordinato dal Prof. Pietro Masi, dell’Università degli studi di Roma “ Tor Vergata” – Dipartimento di Giurisprudenza.

 

 

Nell’ A.A. 2012-2013  è stata affidataria di due moduli in tema di Diritto societario tenuti nell’ambito del corso di Diritto Commerciale presso la Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri “Salvo D’Acquisto” di Velletri.

 

Per l’ A.A. 2013-2014 è stata titolare  del  Corso di Diritto Commerciale presso la Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri “Salvo D’Acquisto” di Velletri.

 

 

 

 

 

 

Per l’ A.A. 2013- 2014, 2014-2015,2015-2016  e’ stata titolare del corso di Diritto Industriale relativo al Corso di Laurea in Economia e Management presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”.

 

 

Per l’ A.A. 2014- 2015 e 2015-2016  Docente aggiunto del  Corso di Diritto Commerciale presso la Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri “Salvo D’Acquisto” di Velletri.

 

Per l’ A.A. 2016-2017 ha tenuto un modulo di lezioni nell’ambito del corso di Diritto Commerciale di cui era titolare il Prof. Pietro Masi presso la Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Firenze.

 

 

Per gli a.a. 2015 -2016; 2016-2017; 2017-2018 è titolare del corso di Aspetti etici e giuridici delle biotecnologie nel Corso di laurea in Biotecnologie  dell’Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”.

 

 

 

Ha tenuto una lezione in tema di “Natura e ruolo delle società pubbliche nel mondo delle finanze: Sogei – Consip” nell’ambito del Master Il nuovo diritto societario, aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria” organizzato dalla SSEF  E.Vanoni.

 

 

 

Ha partecipato con una relazione in tema di “  Profili giuridici di tutela dell’avviamento nella recente giurisprudenza”al XIV Convegno Annuale – Le competenze che creano valore- Intangibles - tenutosi presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata il 28 novembre 2014, organizzato da Uniprof Consorzio in collaborazione con il Master per le Professioni economico contabili dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma.

 

 

Ha tenuto una lezione su “Comunicazione commerciale e tutela dei minori nella Dottrina Sociale della Chiesa” nell’ambito del Corso di perfezionamento in Dottrina sociale della Chiesa con sede presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

 

 

E’ stata titolare di un incarico di docenza relativo al modulo “ Diritto finanziario” nell’ambito del Master EMAFIM VII presso la LUISS Business School ( settembre 2016).

 

 

Partecipa alle Commissioni di Laurea presso il Dipartimento di Diritto Privato dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e ha partecipato alle sedute di laurea e agli esami relativi ai corsi di Laurea in Scienze della Sicurezza Economica e Finanziaria e del Corso di Laurea in Economia e Management presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

 

 

 

Partecipa alle commissioni di esame di profitto delle cattedre di i) diritto commerciale; ii) diritto dei mercati finanziari; iii) diritto bancario; iv) diritto fallimentare; vi) diritto privato comparato

 

 

 

 

 

 

 

Roma 30 maggio 2017

                                              

                                                                                                                      In fede

 

                                                                                                          Rosanna Magliano

 

Insert here the curriculum a:17:{i:0;a:14:{s:9:"citazione";s:289:"Magliano, R. (2019). Dall'iperonimo Fintech all'iponimo Robo Advisor: ricognizione dei rischi e delle opportunità per il "consumatore" di strumenti finanziari. In E. Corapi, & R. Lener (a cura di), I diversi settori del Fintech. Problemi e prospettive (pp. 183-202). Wolters Kluwer Cedam.";s:4:"data";s:4:"2019";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_368387";s:6:"handle";s:11:"2108/228884";s:9:"metadata1";s:19:"Contributo in libro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:138:"Dall'iperonimo Fintech all'iponimo Robo Advisor: ricognizione dei rischi e delle opportunità per il "consumatore" di strumenti finanziari";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:1;a:14:{s:9:"citazione";s:157:"Magliano, R. (2019). Il nuovo quadro europeo per il controllo degli investimenti esteri diretti. In Scritti in onore di Eugenio Picozza (pp. 1061-1082). ESI.";s:4:"data";s:4:"2019";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_368393";s:6:"handle";s:11:"2108/228891";s:9:"metadata1";s:19:"Contributo in libro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:74:"Il nuovo quadro europeo per il controllo degli investimenti esteri diretti";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:2;a:14:{s:9:"citazione";s:184:"Magliano, R. (2018). Riflessioni sparse sul concetto di avviamento commerciale tra giurisprudenza nazionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. EUROPA E DIRITTO PRIVATO(1), 323-337.";s:4:"data";s:4:"2018";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_331328";s:6:"handle";s:11:"2108/198493";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:124:"Riflessioni sparse sul concetto di avviamento commerciale tra giurisprudenza nazionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:3;a:14:{s:9:"citazione";s:205:"Magliano, R. (2018). Tutela degli interessi strategici e controllo degli investimenti esteri diretti: la proposta di regolamento delle istituzioni europee. DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE(3), 699-717.";s:4:"data";s:4:"2018";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_350714";s:6:"handle";s:11:"2108/214337";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";s:88:"Investimenti esteri diretti; golden power; controllo degli investimenti; poteri speciali";s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:133:"Tutela degli interessi strategici e controllo degli investimenti esteri diretti: la proposta di regolamento delle istituzioni europee";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:4;a:14:{s:9:"citazione";s:142:"Magliano, R. (2017). La qualificazione dell'avviamento commerciale tra giurisprudenza nazionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo [Altro].";s:4:"data";s:4:"2017";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_327377";s:6:"handle";s:11:"2108/195027";s:9:"metadata1";s:5:"Altro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:112:"La qualificazione dell'avviamento commerciale tra giurisprudenza nazionale e Corte Europea dei Diritti dell'Uomo";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:5;a:14:{s:9:"citazione";s:106:"Magliano, R. (2017). Le nuove proposte europee per la difesa degli interessi strategici nazionali [Altro].";s:4:"data";s:4:"2017";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_327379";s:6:"handle";s:11:"2108/195029";s:9:"metadata1";s:5:"Altro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";s:167:"Il lavoro affronta la tematica del controllo degli investimenti esteri diretti, con particolare riferimento alle nuove proposte che giungono dalle Istituzioni europee.";s:9:"metadata5";s:76:"Le nuove proposte europee per la difesa degli interessi strategici nazionali";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:6;a:14:{s:9:"citazione";s:163:"magliano rosanna (2016). Spunti di riflessione sul caso Nivea -Neve:la confondibilità concettuale tra marchi e il ruolo del consumatore " informato" [Banca dati].";s:4:"data";s:10:"2016-01-05";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_315542";s:6:"handle";s:11:"2108/191076";s:9:"metadata1";s:5:"Altro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:124:"Spunti di riflessione sul caso Nivea -Neve:la confondibilità concettuale tra marchi e il ruolo del consumatore " informato"";s:9:"metadata6";s:16:"magliano rosanna";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:7;a:14:{s:9:"citazione";s:129:"rosanna MAGLIANO (2015). Contrassegno politico e marchio d'impresa tra tutela del nome e rischio di confondibilità [Banca dati].";s:4:"data";s:10:"2015-10-30";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_315540";s:6:"handle";s:11:"2108/191074";s:9:"metadata1";s:5:"Altro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:90:"Contrassegno politico e marchio d'impresa tra tutela del nome e rischio di confondibilità";s:9:"metadata6";s:16:"rosanna MAGLIANO";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:8;a:14:{s:9:"citazione";s:209:"Magliano, R. (2015). Riflessioni sparse in materia di revoca di amministratore nominato ai sensi dell'art.2449 c.c.:un nuovo destino per le società in house?. DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE(3), 253-265.";s:4:"data";s:4:"2015";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_266701";s:6:"handle";s:11:"2108/145387";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";s:260:"Il lavoro prende in esame il peculiare istituto della revoca degli organi nominati a norma dell'art.2449 c.c. In particolare si riflette sulle recenti posizioni assunte sul tema dalla dottrina e dalla giurisprudenza con riferimento alle società c.d. in house.";s:9:"metadata5";s:137:"Riflessioni sparse in materia di revoca di amministratore nominato ai sensi dell'art.2449 c.c.:un nuovo destino per le società in house?";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:9;a:14:{s:9:"citazione";s:145:"Magliano, R. (2014). Il labile confine tra tutela degli interessi nazionali e " sviamento protezionistico". DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE.";s:4:"data";s:4:"2014";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_213662";s:6:"handle";s:11:"2108/101649";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";s:1924:"Il lavoro affronta, nella prospettiva europea e nazionale, la tematica della “salvaguardia della nazionalità” delle imprese in riferimento ai settori strategici e di interesse nazionale che, in mancanza di una definizione comune, si prestano ad un’interpretazione estensiva che può aumentare negli Stati membri la tentazione di utilizzare con finalità di protezionismo le nozioni medesime. Poiché in seguito alla crisi globale del 2008 è emerso un atteggiamento più clemente nei confronti dell’intervento pubblico spesso chiamato a sopperire ai fallimenti del mercato, ci si propone di valutare i limiti di un intervento che possa considerarsi legittimo nel quadro della normativa europea a tutela del diritto di stabilimento e della concorrenza. Con particolare riferimento al nostro ordinamento, certamente, una significativa intrusione negli ordinari poteri di gestione societaria, come previsti nel diritto comune, si è avuta nelle società operanti nel settore della difesa, dei trasporti, delle telecomunicazioni, delle fonti di energia e degli altri pubblici servizi, attraverso il conferimento allo Stato di poteri discrezionali estremamente ampi volti ad impedire o scoraggiare l’ acquisto di partecipazioni azionarie da parte di investitori esteri o altre operazioni di carattere straordinario annoverabili tra gli strumenti di limitazione o dissuasione degli investimenti diretti. In tale quadro particolare interesse riveste il c.d. decreto golden power, così come le eventuali norme antiscalata inserite negli statuti societari, che alla luce del mutato contesto normativo, quando realmente finalizzati alla salvaguardia di un interesse che possa essere definito strategico, possono assumere una nuova connotazione e possono considerarsi quale mezzo -non solo idoneo ma quasi imprescindibile- per garantire interessi, eterogenei e forse divergenti, ma certamente meritevoli di adeguata tutela.";s:9:"metadata5";s:85:"Il labile confine tra tutela degli interessi nazionali e " sviamento protezionistico"";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:10;a:14:{s:9:"citazione";s:127:"Magliano, R. (2012). Neocolbertismo domestico e misure difensive antiscalata. DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE(3), 651-667.";s:4:"data";s:4:"2012";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_215738";s:6:"handle";s:11:"2108/102187";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";s:2299:"Il lavoro prende le mosse dal riassetto della Cassa Depositi e Prestiti dopo l’introduzione del d.l. 34/2011 e si conclude con una valutazione delle misure antiscalata introdotte nel nostro ordinamento. La dichiarata finalità protezionistica del provvedimento ha imposto una riflessione in quanto, nonostante sia stato sottolineato che tale soluzione si conformi agli orientamenti prevalsi anche in altri Stati europei, in particolare in Francia, quel che sembra da scongiurare è che la proclamata tutela degli interessi nazionali possa elevarsi a parametro per legittimare l’introduzione di una serie di norme potenzialmente in grado di compromettere non solo la concorrenza tra imprese ma anche gli interessi dei singoli investitori. Perplessità maggiori suscitano dunque quelle normative domestiche che virano verso posizioni decisamente protezionistiche e di chiusura degli assetti proprietari mentre sembra che la legislazione comunitaria cerchi di fornire ai capitali e pertanto agli investitori norme sempre più attrattive lasciando ai singoli Stati membri il compito di saper cogliere il senso profondo delle norme per non perdere un’opportunità e forse considerando che la categoria degli investitori che si va diffondendo è sempre più avveduta ed in grado di premiare le regole legali e statutarie che siano maggiormente rispettose dei loro interessi. Se nel contesto della competizione tra sistemi normativi emerge un’opzione di fondo del legislatore comunitario in favore di una concorrenza tra ordinamenti che si svolga secondo regole di correttezza, permettere all’assemblea della società potenziale bersaglio di autorizzare misure difensive rimesse all’azione amministrativa, in deroga al generale operare della passivity rule, significa limitare il ricorso al c.d. forum shopping “ cioè alla migrazione da ordinamenti retti dalla regola di neutralità verso ordinamenti che consentono sempre e comunque alla società di difendersi senza deroghe rispetto alla governance ordinaria”. Il rischio ultimo è che l’ordinamento comunitario, in particolare per il diritto azionario comunitario, perda il suo ruolo propulsivo nei confronti delle legislazioni dei singoli Stati membri e si riduca a mero controllore di normative in concorrenza tra loro.";s:9:"metadata5";s:55:"Neocolbertismo domestico e misure difensive antiscalata";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:11;a:14:{s:9:"citazione";s:146:"Magliano, R. (2011). Commento art.2449 c.c.. In D.C. Guido Bonfante (a cura di), Codice commentato delle società (pp. 1486-1498). Milano : Ipsoa.";s:4:"data";s:4:"2011";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_215775";s:6:"handle";s:11:"2108/102213";s:9:"metadata1";s:19:"Contributo in libro";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";s:1257:"Il commento riguarda l’art. 2449 così come riformulato ad opera dell’art.13 della legge 25.2.2008,n.34. La riflessione prende in considerazione le censure comunitarie mosse all’originaria formulazione codicistica e propone una lettura della norma in linea con la disciplina dei Trattati e con la giurisprudenza europea. Gli amministratori e i sindaci di nomina pubblica hanno i diritti e gli obblighi dei membri nominati dall'assemblea: dall'identità dei diritti e degli obblighi discende la responsabilità di detti organi nei confronti della società, dei soci, dei creditori e dei terzi nei medesimi termini contemplati dagli artt. 2392 ss. La parità di trattamento non si limita all'aspetto formale ma investe anche la sostanza e l'intrinseco contenuto degli obblighi e dei poteri loro conferiti. A meno che la conformazione della comunione di interessi realizzata in concreto nella singola società non suggerisca una funzione societaria "speciale", gli organi di nomina pubblica hanno l'obbligo di perseguire, nell'ambito delle rispettive competenze e prerogative, l'interesse sociale come interesse lato sensu lucrativo nel rispetto degli stessi vincoli cui sono tenuti gli amministratori, i sindaci e gli altri organi di nomina assembleare.";s:9:"metadata5";s:22:"Commento art.2449 c.c.";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:12;a:14:{s:9:"citazione";s:89:"Magliano, R. (2010). OPA, efficienza del mercato e concorrenza tra ordinamenti giuridici.";s:4:"data";s:10:"2010-08-06";s:2:"id";s:19:"PUBBLICAZIONE_30023";s:6:"handle";s:9:"2108/1408";s:9:"metadata1";s:17:"Tesi di dottorato";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:67:"OPA, efficienza del mercato e concorrenza tra ordinamenti giuridici";s:9:"metadata6";s:17:"Magliano, Rosanna";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:13;a:14:{s:9:"citazione";s:269:"Magliano, R. (2010). La regola di neutralizzazione e le deviazioni dal principio di proporzionalità tra rischio e potere: ancora dubbi sulla compatibilità comunitaria della legislazione italiana sui poteri speciali. DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE, 24(1), 61-88.";s:4:"data";s:4:"2010";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_215454";s:6:"handle";s:11:"2108/102142";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:195:"La regola di neutralizzazione e le deviazioni dal principio di proporzionalità tra rischio e potere: ancora dubbi sulla compatibilità comunitaria della legislazione italiana sui poteri speciali";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:14;a:14:{s:9:"citazione";s:178:"Magliano, R. (2010). Le alterne vicende della disciplina italiana della passivity rule. RIVISTA DEL DIRITTO COMMERCIALE E DEL DIRITTO GENERALE DELLE OBBLIGAZIONI(4-1), 1001-1032.";s:4:"data";s:4:"2010";s:2:"id";s:19:"PUBBLICAZIONE_84095";s:6:"handle";s:10:"2108/60251";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:66:"Le alterne vicende della disciplina italiana della passivity rule.";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:15;a:14:{s:9:"citazione";s:80:"Magliano, R. (2008). Nota a Cass. 16 febbraio 2007. IL FORO ITALIANO, 1269-1270.";s:4:"data";s:4:"2008";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_215945";s:6:"handle";s:11:"2108/106307";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:29:"Nota a Cass. 16 febbraio 2007";s:9:"metadata6";s:11:"Magliano, R";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}i:16;a:14:{s:9:"citazione";s:193:"magliano rosanna (2008). Disciplina dell'opa obbligatoria e tutela degli investitori:lex perfecta o perfettibile? Spunti per una riflessione. DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE(3-4), 587-604.";s:4:"data";s:4:"2008";s:2:"id";s:20:"PUBBLICAZIONE_127909";s:6:"handle";s:10:"2108/62848";s:9:"metadata1";s:19:"Articolo su rivista";s:9:"metadata2";N;s:9:"metadata3";s:36:"Settore IUS/04 - Diritto Commerciale";s:9:"metadata4";N;s:9:"metadata5";s:115:"Disciplina dell'opa obbligatoria e tutela degli investitori:lex perfecta o perfettibile? Spunti per una riflessione";s:9:"metadata6";s:16:"magliano rosanna";s:9:"metadata7";N;s:9:"metadata8";N;s:9:"metadata9";N;s:10:"metadata10";N;}}" } ["meta_keywords"]=> array(1) { [0]=> string(1) "," } ["reserved"]=> array(1) { [0]=> string(1) "0" } ["auth_ip"]=> array(1) { [0]=> string(1) "0" } } ["_fieldBoosts":protected]=> array(6) { ["content_id"]=> bool(false) ["content_title"]=> bool(false) ["description"]=> bool(false) ["meta_keywords"]=> bool(false) ["reserved"]=> bool(false) ["auth_ip"]=> bool(false) } } }