Valeria Conte

Qualifica
ORDINARIO
Curriculum Vitae

VALERIA CONTE Curriculum Vitae et Studiorum http://www.researcherid.com/rid/D-5924-2011 http://orcid.org/0000-0001-5635-1086 Scopus: "Conte, Valeria" 7005288498 Wos: D-5924-2011 Valeria Conte è nata a Sora (Fr) il 23-11-57, ed ha conseguito la Maturità Scientifica nel 76, con voti 58/60. Si é laureata in Chimica presso l'Universitá di Padova nell’82, con voti 110/110, con una Tesi dal titolo "Studio Meccanicistico della Epossidazione con Perossocomplessi di Mo(VI), relatore il Prof. G. Modena. Dallo 03-82 al 10-82 ha lavorato nei laboratori del Prof. G. Modena come laureato frequentatore. Ha ottenuto l’abilitazione alla professione di Chimico nel 1982 ed è stata iscritta all’albo interprovinciale dei Chimici del Veneto dall’82 al 96 anno nel quale ha presentato le sue dimissioni volontarie. Dal 1-11-82 al 30-10-83 con una borsa di studio ENI sul tema "Cristallografia di Proteine", ha lavorato presso il Centro di Studio sui Biopolimeri del CNR di Padova diretto dal Prof. M. Mammi. Dal 1-11-83 al 30-10-86 ha frequentato la Scuola di Dottorato in Scienze Chimiche dell’Università di Padova con la supervisione del Prof. G. Modena, lavorando ad una tesi dal titolo "Ossidazioni di Substrati Organici con H2O2 e Idroperossidi Catalizzate da Ioni di Metalli di Transizione. Comportamento dei Complessi Metallo Perossidici". Ha ricevuto il titolo di Dottore di Ricerca il 24-9-87. Il 21-12-84 ha partecipato al concorso pubblico per titoli ed esami ad un posto di Collaboratore Tecnico Professionale assegnato al Centro di Studio sui Meccanismi di Reazioni Organiche del CNR di Padova, classificandosi al II posto della graduatoria degli idonei. Dal 1-9-85 al 30-6-86 ha svolto attivati di ricerca presso la Colorado State University di Fort Collins (Co) USA, sotto la direzione del Prof. J.K. Stille. Dal 1-10-1986 ha effettuato per tre mesi una consulenza professionale per la INTEROX chimica S.P.A. Dal 1-5-87 al 31-1-88 ha usufruito di una borsa di studio CNR presso il Centro di Studio sui Meccanismi di Reazioni Organiche del CNR di Padova, sotto la direzione del Prof. G. Modena. Dal 1-2-88 al 31-10-98 ha prestato servizio come ricercatore del CNR presso il Centro di Studio sui Meccanismi di Reazioni Organiche di Padova. Il 13-5-93 ha vinto una borsa di studio "NATO-CNR Senior Fellowship” ed ha svolto in tale ambito un periodo di ricerca presso la Colorado Stato University Ft. Collins Colorado USA, collaborando con la prof. Debbie C. Crans. Dal 1984 in poi ha seguito la stesura di numerose tesi di laurea in Chimica presso il Dipartimento di Chimica Organica dell’Università di Padova. Ha inoltre collaborato alla stesura di tesi di Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche presso il Dipartimento di Chimica Organica dell’Università di Padova L'Università degli studi di Padova le ha attribuito ininterrottamente dall’anno accademico 90-91 all’anno accademico 97-98 la funzione di professore a contratto per corsi integrativi ai corsi di Chimica Organica I per il corso di Laurea in Chimica della Facoltà di Scienze MM.FF.NN. 01.11.1998 – 01.11. 2001 professore associato di Chimica Organica presso l’Università di Foggia, facoltà di Agraria. Presso tale Università è stata titolare dell’insegnamento di Chimica Organica II e dall’a.a. 1999-2000 e seguenti ha in affidamento l’insegnamento di Metodi Fisici in Chimica Organica (corso opzionale) per il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari. Nell’a.a: 1999-2000 ha avuto, dall’Università di Padova, in affidamento a titolo retribuito, ai sensi dell’art.12 della legge n.341/90, l’insegnamento di “Esercitazioni di preparazioni chimiche V” settore C05X fondamentale per il corso di laurea in CHIMICA. Nell’a.a: 2001-2002 ha avuto, dall’Università di Foggia, in affidamento a titolo retribuito, ai sensi dell’art.12 della legge n.341/90, l’insegnamento di “Elementi di Chimica organica” fondamentale per i corsi di laurea in “Viticoltura ed enologia” e “Produzioni Vegetali”. Dal 01.11.2001 è stata chiamata, con procedura per trasferimento, dalla Facoltà di Lettere dell’Università di Roma Tor Vergata. In data 06.09.2002 ha ricevuto conferma in ruolo di Professore Associato. Dal 1 novembre 2006 al 30 Ottobre 2009 è stata Professore Straordinario del raggruppamento CHIM 06 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata. Dal 1 Novembre 2009 ricopre il ruolo di Professore Ordinario del raggruppamento CHIM 06 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata. Presso tale facoltà ha avuto in affidamento gli Insegnamenti di Chimica I e Chimica Organica per il Corso di Laurea triennale in Metodi e Tecnologie per il Restauro dei Materiali Librari (METER), Chimica I (modulo A) e di Chimica II (Modulo A) per il Corso Di Laurea Triennale in Conservazione e Restauro del Libro e del Documento (CoRest), e di Chimica Organica per il corso di Laurea Magistrale in Restauro del Materiali Librari (Rem.Lib). Dall'A.A. 2011/2012 ha in affidamento dalla Macroarea di Lettere il Corso di Fondamenti di Chimica per il Corso di Laurea a Ciclo Unico Conservazione e Restauro dei Beni Culturali PFP5. Dall’ A.A. 2002-03 al 2008-2009 ha ricevuto in affidamento con supplenza presso la Facoltà di Scienze M.F.N. il corso di Laboratorio Professionalizzante di Riconoscimento delle Molecole Organiche per il corso di Laurea in Chimica. Dall’A.A: 2003-04 al 2008-2009 ha ricevuto in affidamento con supplenza presso la Facoltà di Scienze M.F.N. il corso di Chimica Organica III (Modulo B) per la Laurea Specialistica in Chimica. Dall’A.A: 2009/2010 ha in affidamento con supplenza presso la Facoltà di Scienze M.F.N. (poi Macroarea) il corso di Sintesi Asimmetrica per la Laurea Magistrale in Chimica. Come socia della Società Chimica Italiana è stata nel 1990-1992 segretaria della Sezione Veneto della SCI. Nel 1993-1995 ha ricoperto la carica di Vicepresidente della Sezione Veneto della SCI. Nel 1996-1998 ha ricoperto la carica di Presidente della Sezione Veneto della SCI e di Presidente della Commissione Soci della SCI. Dal 2011 fa parte del Direttivo della Divisione di Chimica Organica, dal 2014 al 2016 ne è stata Vicepresidente. É socia della Società Chimica Americana. La prof. Conte svolge continuativamente attività di “referee” per numerose riviste scientifiche in ambito chimico, Europee, Americane e Asiatiche; svolge anche attività di referaggio per finanziamenti per ricerca sia per agenzie pubbliche che per Università, sia a livello nazionale che Internazionale. È membro dell'albo permanente dei revisori dei programmi MIUR (Firb e PRIN), revisore per l'Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR). La prof. Conte fa parte dei comitati scientifici internazionali dei congressi “ADHOC International Symposium on Dioxygen Activation and Homogeneous Catalytic Oxidation”, “International Symposium on Chemistry and Biochemistry of Vanadium (Chair of the IAB dal 2012)” e ha fatto parte di quello dello “Spanish Italian Symposium on Organic Chemistry” dal 2012 al 2016. È stata coordinatrice di un progetto europeo nell’ambito della azione COST D12 (anni 2000-2002) dal titolo “New catalysts for environmentally friendly oxidations with H2O2 or O2”. È stata coordinatrice di un progetto europeo nell’ambito della azione COST D29 (anni 2005-2007) COST D29 Working Group (D29/0016/04) dal titolo "Novel sustainable metal catalysed oxidations with H2O2 and O2". È stata rappresentante italiano e vice chair person nel Management committee della “COST ACTION D24 Sustainable Chemical Processes: Stereoselective Transition Metal-Catalyzed Reactions” È stata rappresentante Italiano per l’azione COST D40 “Innovative Catalysis: New Processes and Selectivities" e Coordinatore del WG1 "Innovative Catalysis in Oxidation reactions" nella medesima azione. È stata membro sostituto per l’Italia nell’azione COST CM1003 “Biological oxidation reactions - mechanisms and design of new catalysts " e Coordinatore del WG III "Oxidation of substrates utilizing H2O2 as oxidant (peroxidase/catalase/ haloperoxidase activity)" nella medesima azione. La prof. Conte ha fatto parte di uno dei WG nell’azione COST CM1205 Catalytic Routines for Small Molecule Activation (CARISMA). Nella sua carriera scientifica si è occupata principalmente dell’ossidazione di composti organici con composti perossidici e metallo perossidici derivanti da acqua ossigenata o idroperossidi alchilici in presenza di ioni metallici di transizione in elevato stato di ossidazione (Ti(IV), V(V), Mo(VI) o W(VI)). In particolare, la sua attività di ricerca si è focalizzata alla comprensione dei meccanismi di reazione, sia eterolitici che omolitici, attraverso i quali tali reazioni procedono, in molti casi le informazioni ottenute hanno permesso di sfruttare le reazioni studiate in processi sia stechiometrici che catalitici interessanti dal punto di vista sintetico. Più recentemente i suoi interessi si sono focalizzati sullo studio delle proprietà e della reattività di sistemi ossidanti basati su perosso complessi di vanadio, in soluzione acquosa, poiché tali sistemi rivestono un notevole interesse dal punto di vista biologico. Essi infatti non solo possono mimare l’attività di alcuni enzimi vanadio dipendenti, quali le aloperossidasi, ma anche possono essere coinvolti in processi inter- ed intra-cellulari dal momento che la presenza del vanadio è accertata in molti organismi anche superiori. Da anni si interessa anche di temi di ricerca vicini alla chimica sostenibile, ed in particolare si occupa della possibilità di utilizzare i Liquidi ionici quali solventi neoterici e sostenibili in reazioni di ossidazione con perossidi anche metallo catalizzate. Ha utilizzato i liquidi ionici sintetizzati nei suoi laboratori sia come elettroliti nelle celle solari di ultima generazione che come sali antiossidanti per procedure di conservazione di carte antiche scritte con inchiostri metallo gallici. È stata recentemente impegnata nella sintesi e caratterizzazione di 5,10,15,20-tetraferrocenylporphyrin (H2TFcP and MTFcP) sia come basi libere che metallate. Tali sistemi sono studiati per le loro interessanti proprietà fotochimiche, elettroniche ed elettrochimiche in soluzione ed anche come specie foto attive quando depositate su superfici metalliche o semiconduttrici. Studia inoltre le proprietà elettrochimiche, fotofisiche e biologiche (quali possibili antitumorali) di una nuova classe di polichinoni pentaciclici, chiamati KuQuinones, sintetizzati nei suoi laboratori. Si occupa anche della sintesi, caratterizzazione e uso di nuovi derivati di Sali di Fenotiazinio. Principali finanziamenti ottenuti: ex-60% - 1999 Università di Bari - dal titolo “Sviluppo di metodi analitici per il monitoraggio di residui nocivi in matrici alimentari”, quale componente del gruppo di Ricerca. Responsabile scientifico: Prof. Taddeo Rotunno. ex-60% - 2000 Università di Foggia - dal titolo “Metodiche analitiche per la determinazione di fito-ormoni, fito-farmaci ed aflatossine nelle matrici alimentari”, quale componente del gruppo di Ricerca. Responsabile scientifico: Prof. Taddeo Rotunno. Progetto COFIN 98 dal titolo “Efficient processes for the controlled oxidations of organic compounds”. Componente dell’Unità Operativa dell’Università di Padova, Responsabile scientifico: Prof. Paolo Scrimin. Progetto COFIN 2000 dal titolo “Activation of peroxidic species in innovative selective oxidation processes”. Componente dell’Unità Operativa dell’Università di Ferrara, Responsabile scientifico: Prof. Olga Bortolini. Progetto PRIN 2003 dal titolo “Sviluppo di nuovi catalizzatori riciclabili per processi di ossidazione con acqua ossigenata”. Responsabile della dell’Unità Operativa dell’Università di Roma Tor vergata, Responsabile scientifico Nazionale: Prof. Giorgio Strukul Progetto PRIN 2008 dal titolo “Spettroscopia e dinamica di composti organici: effetto della struttura e del mezzo sulle proprietà degli stati elettronici eccitati”quale partecipante nell’Unità operativa dell’Università di Roma Tor Vergata coordinata dal Prof. Mariano Venanzi, Responsabile scientifico nazionale prof. Fausto Elisei, Università degli Studi di PERUGIA Progetto PRIN 2010-11 dal titolo: Proprietà fotofisiche e fotochimiche di composti organici e di interesse biologico in soluzione e in sistemi organizzati quale partecipante nell’Unità operativa dell’Università di Roma Tor Vergata coordinata dal Prof. Mariano Venanzi, Responsabile scientifico nazionale prof. Fausto Elisei, Università degli Studi di PERUGIA La prof. Conte é coautrice di più di 120 pubblicazioni scientifiche (15 delle quali capitoli di libro su invito, 6 non ISI). Ha inoltre presentato, in molte occasioni come plenaria o su invito dei comitati scientifici, i risultati delle sue ricerche in più di 180 congressi nazionali ed internazionali.

Nella sua carriera scientifica si è occupata principalmente della ossidazione di composti organici con composti perossidici e metallo perossidici derivanti da acqua ossigenata o idroperossidi alchilici in presenza di ioni metallici di transizione in elevato stato di ossidazione (Ti(IV), V(V), Mo(VI) o W(VI)). In particolare, la sua attività di ricerca si è focalizzata alla comprensione dei meccanismi di reazione, sia eterolitici che omolitici, attraverso i quali tali reazioni procedono, in molti casi le informazioni ottenute hanno permesso di sfruttare le reazioni studiate in processi sia stechiometrici che catalitici interessanti dal punto di vista sintetico.

Allo scopo di comprendere i meccanismi delle suddette reazioni è importante avere informazioni sulla struttura delle perossospecie metalliche che si formano in soluzione. Per tale ragione uno degli interessi di ricerca della prof. Conte è stato quello di acquisire dati che permettano la caratterizzazione della struttura di diverse specie metallo perossidiche, in soluzione acquosa e non, utilizzando principalmente le tecniche della risonanza magnetica nucleare (1H-, 17O-, 51V-NMR) e della Spettrometria di Massa con Ionizzazione Eletttrospray (ESI-MS).

Più recentemente i suoi interessi si sono focalizzati sullo studio delle proprietà e della reattività di sistemi ossidanti basati su perosso complessi di vanadio, in soluzione acquosa, poiché tali sistemi rivestono un notevole interesse dal punto di vista biologico. Essi infatti non solo possono mimare l’attività di alcuni enzimi vanadio dipendenti, quali le aloperossidasi, ma anche possono essere coinvolti in processi inter- ed intra-cellulari dal momento che la presenza del vanadio è accertata in molti organismi anche superiori.

Negli ultimi anni si interessa anche di temi di ricerca vicini alla chimica sostenibile, ed in particolare si occupa della possibilità di utilizzare i Liquidi ionici quali solventi neoterici e sostenibili in reazioni di ossidazione con perossidi anche metallo catalizzate. In questo campo ha ottenuti interessanti risultati come indicato dalle recenti pubblicazioni riportate di seguito.

Ha inoltre utilizzato i liquidi ionici sia come composti utili nel trattamento di restauro di carte antiche trattate con inchiostri metallo gallici che quali elettroliti in celle solari di tipo DSSC.

I risultati delle sue ricerche sono riportati in circa 120 lavori pubblicati, di seguito sono indicati i più recenti.

 

Pubblicazioni Recenti

1.          V. Conte, B. Floris, Vanadium Catalysed oxidations with hydrogen peroxide. Inorg. Chim. Acta363, 1935-1946(2010) 10.1016/j.ica.2009.06.056.

2.          V. Conte, G. Fiorani, B. Floris, P. Galloni, S. Woodward, Palladium-catalysed Methylation of Aryl Halides in Ionic Liquids with Stabilised AlMe3, Appl. Catal. A: Gen. 381, 161-168, (2010), 10.1016/j.apcata.2010.04.005.

3.          C. Bizzarri, V. Conte, B. Floris, P. Galloni, Solvent Effects of Ionic Liquids: Investigation of ferrocenes as electrochemical probes, J. Phys. Org. Chem. 24, 327-334 (2011), 10.1002/poc.1759.

4.          V. Conte, B. Floris, Vanadium and molybdenum peroxides: synthesis and catalytic activity in oxidation reactions. Dalton Trans., 40 (7), 1419-1436(2011), 10.1039/C0DT00706D.

5.          D. Sordi, F. Arduini, V. Conte, D, Moscone, G. Palleschi, Real Time Monitoring of Hydrogen Peroxide Consumption in an Oxidation Reaction in Molecular Solvent and Ionic Liquids by Hydrogen Peroxide Electrochemical Sensor, ChemSusChem, 4(6), 792–796 (2011), 10.1002/cssc.201000386.

6.          V. Conte, A. Coletti, B. Floris, G. Licini, C. Zonta,Mechanistic Aspects of Vanadium Catalysed Oxidations with Peroxides, Coord. Chem. Rev., 255, 2165-2177 (2011). 10.1016/j.ccr.2011.03.006.

7.          V. Conte, A. Coletti, M. Mba, C. Zonta, G. Licini, Recent Advances in Vanadium Catalyzed Oxygen Transfer Reactions, Coord. Chem. Rev., 255, 2345–2357 (2011). 10.1016/j.ccr.2011.05.004.

8.          I.W.C.E. Arends, V. Conte, G. Licini, Sustainable Catalytic Oxidations with Peroxides, in "Innovative Catalysis in Organic Synthesis" ch. 4. (P. Andersson, Ed.), pp.77-102 ISBN 978-3-527-33097-3. Wiley-VCH (2012).

9.          A. Vecchi, E. Gatto, B. Floris, V. Conte, M. Venanzi, V.N. Nemykin, P. Galloni, Tetraferrocenylporphyrins as active components of self-assembled monolayers on gold surface, Chem. Commun., 48, 5145–5147 (2012), 10.1039/C2CC31052J.

10.       A. Coletti, C. J. Whiteoak, V. Conte, A.W. Kleij, Vanadium Catalyzed Synthesis of Pentacyclic Organic Carbonates, ChemCatChem, 4, 1190-1196 (2012).10.1002/cctc.201100398.

11.       F. Valentini, D. Roscioli, M. Carbone, V. Conte, B. Floris, G. Palleschi, E. Bauer, R. Flammini, G. Nasillo, E. Caponetti, Oxidized graphene in ionic liquids for assembling chemically modified electrodes: a structural and electrochemical characterization study Anal. Chem., 84, 5823−5831 (2012). 10.1021/ac301285e

12.       A. Coletti, S. Lentini, V. Conte, B. Floris, O. Bortolini, F. Sforza, F. Grepioni, P. Galloni, Unexpected one-pot synthesis of highly conjugated pentacyclic diquinoid compounds., J. Org. Chem., 77, 6873−6879 (2012). 10.1021/jo300985x.

13.       A. Coletti, P. Galloni, A. Sartorel, V. Conte, B. Floris, Salophen and salen oxo vanadium complexes as catalysts of sulfides oxidation with H2O2: mechanistic insights, Catal. Today, 192, 44– 55 (2012). 10.1016/j.cattod.2012.03.032

14.       B. Arnò, A. Coletta, C. Tesauro, L. Zuccaro, P. Fiorani, S. Lentini, P. Galloni, V. Conte, B. Floris, A. Desideri, A small organic compound enhances the religation reaction of human topoisomerase I and identifies the crucial elements for the religation mechanism. Biosci.Rep. 33(2), 269-279 (2013). 10.1042/BSR20120118 .

15.       P. Galloni, M. Mancini, B. Floris, V. Conte, A sustainable two-phase procedure for V-catalyzed toluene oxidative bromination with H2O2–KBr Dalton Trans., 42, 11963-11970 (2013). 10.1039/C3DT50907A

16.       A. Vecchi, V. Grippo, B. Floris, A. G. Marrani, V. Conte, P. Galloni, ?-Interactions as a tool for an easy deposition of mesotetraferrocenylporphyrin on surface. New J. Chem. 37, 3535-3542 (2013). 10.1039/C3NJ00519D.

17.       B. Floris, V. Conte, Chimica consapevole, responsabile, sostenibile. La sfida entra nella scuola, Chim. Ind. 95, 106-109 (2013).

18.       E. Pizzolato, M. Natali, B. Posocco, A. Montellano López, I. Bazzan, M. Di Valentin, P. Galloni, V. Conte, M. Bonchio, F. Scandola, A. Sartorel, Light driven water oxidation by a single site Cobalt Salophen catalyst, Chem. Commun. 49, 9941-9943 (2013). 10.1039/C3CC45457F.

19.       S. Lentini, P. Galloni, I. Garcia-Bosch, M. Costas, V. Conte, Ionic Liquids as Reaction Media in Catalytic Oxidations with Manganese and Iron Pyridyl Triazacyclononane Complexes, Inorg. Chim.Acta, 410, 60-64 (2014). 10.1016/j.ica.2013.10.016.

20.       F. Valentini, E. Ciambella, V. Conte, L. Sabatini, N. Ditaranto, F. Cataldo, G. Palleschi, M. Bonchio, F. Giacalone, Z. Syrgiannis, M. Prato, Highly Selective detection of Epinephrine at oxidized Single-Wall Carbon Nanohorns modified Screen Printed Electrodes (SPEs), Biosensors and Bioelectronics, 59, 94-98 (2014) 10.1016/j.bios.2014.02.065.

21.       P. Galloni, A. Coletti, B. Floris, V. Conte, Electrochemical properties of VO salen complexes, Inorg. Chim. Acta, 420, 144–148 (2014) 10.1016/j.ica.2013.12.019.

22.       P. Galloni, A. Vecchi, A. Coletti, E. Gatto, B. Floris, V. Conte, Handbook of Porphyrin Science Volume 33: Applications – Part II: 174: Porphyrins as Active Components for Electrochemical and Photoelectrochemical Devices. pp. 225-415 (2014) (10.1142/9789814417297_0011) ISBN: 978-981-4417-28-0.

23.       A. Vecchi, N.R. Erickson, J.R. Sabin, B. Floris, V. Conte, M. Venanzi, P. Galloni, V. Nemykin, Electronic properties of mono-substituted tetraferrocenyl porphyrins in solution and on gold surface: assessment of the influencing factors for photoelectrochemical applications, Chemistry, A Eur. J. (2015) 21, 269.10.1002/chem.201404457

24.       F.Sabuzi, E. Churakova, P. Galloni, R. Wever, F. Hollmann, B. Floris, V. Conte, Thymol bromination: a comparison between enzymatic and chemical catalysis, Eur. J. Inorg. Chem. (2015) 10.1002/ejic.201500086

25.       D.C. Crans, A. Ghio, V. Conte, Preface: Celebrating vanadium science with leading bioinorganic contributions from the 9th International Vanadium Symposium J. Inorg. Biochem. (2015) 147 1-3 10.1016/j.jinorgbio.2015.05.006

26.       S. Bertini, A. Coletti, B. Floris, P. Galloni, V. Conte, Electronic Structure Investigation of VO-Salophen complexes, J. Inorg. Biochem. (2015) 147, 44-5310.1016/j.jinorgbio.2015.03.003

27.       F. Valentini, D. Roscioli, M. Carbone, V. Conte, B. Floris, E.M. Bauer, N. Ditaranto, L. Sabbatini, E. Caponetti, D. Chillura-Martino, Graphene and Ionic Liquids new Gel paste electrodes for caffeic acid quantification, Sensors & Actuators: B. Chem, (2015) 212 248–255. 10.1016/j.snb.2015.02.033

28.       V. Conte, G. Licini, Preface Coord. Chem. Rev. (2015) 301–302 1-2 10.1016/j.ccr.2015.04.004

29.       P. Galloni, V. Conte, B. Floris, A Journey into Electrochemistry of Vanadium Compounds, Coord. Chem. Rev. (2015) 301–302 240–29910.1016/j.ccr.2015.02.022

30.       F. Sabuzi, V. Armuzza, V. Conte, B. Floris, M. Venanzi, P. Galloni, E. Gatto KuQuinones: a new class of quinoid compounds as photoactive species on ITO J. Mat. Chem. C (2016), 4, 622-629. 10.1039/C5TC03363B

31.       M. Tiravia, A. Vecchi, F. Sabuzi, G. Pomarico, A. Coletti, B. Floris, V. Conte, P. Galloni, Synthesis of tetraferrocenylporphyrin and new metal complexes: Searching for reliable synthetic procedures; J. Porph. Phthal. (2016), 20, 421. 10.1142/S108842461650022X

32.       F. Valentini, E. Ciambella, A. Boaretto, G. Rizzitelli, M. Carbone, V. Conte, F. Cataldo, V. Russo, C.S. Casari, D.F. Chillura-Martino, E. Caponetti, M. Bonchio, F. Giacalone, Z. Syrgiannis, M. Prato, Sensor Properties of Pristine and Functionalized Carbon Nanohorns, Electroanalysis, (2016) 28, 2489 –2499 10.1002/elan.201501171

33.       F. Sabuzi, M. Tiravia, A. Vecchi, E. Gatto, M. Venanzi, B. Floris, V. Conte, P. Galloni Deposition of Tetraferrocenylporphyrins on ITO surface for photo-catalytic O2 activationDalton Trans., (2016) 45, 14745-1475310.1039/C6DT01821A

34.       B. Floris, P. Galloni, F. Sabuzi, V. Conte, Metal systems as tools for soil remediation, Inorg. Chim. Acta (2017) 455(2),429-445 10.1016/j.ica.2016.04.003

35.       B Floris, F Sabuzi, A. Coletti, V. Conte, Sustainable vanadium-catalyzed oxidation of organic substrates with H2O2 Cat Today (2017) 285, 49–56 10.1016/j.cattod.2016.11.006

36.       M. Bonomo, F. Sabuzi, A. Di Carlo, V. Conte, D. Dini, P. GalloniKuQuinones as sensitizers of NiO based p-type dye-sensitized solar cells, New J. Chem. (2017) 41, 2769 DOI: 10.1039/C6NJ03466G

 

La prof. Conte nella sua carriera ha presentato i risultati delle sue ricerche a più di 160 convegni Nazionali ed Internazionali, spesso come relatore invitato.